DeepFaceDrawing

DeepFaceDrawing, l'AI realizza volti umani da disegni

Un software ad intelligenza artificiale realizza ritratti fotografici dettagliati e realistici da semplici schizzi
DeepFaceDrawing, l'AI realizza volti umani da disegni FASTWEB S.p.A.

I ricercatori hanno trovato il modo di trasformare semplici disegni in immagini facciali estremamente realistiche. Sviluppato da un team dell'Accademia cinese delle Scienze di Pechino, DeepFaceDrawing utilizza l'intelligenza artificiale per aiutare "gli utenti con poca formazione nel disegno a produrre immagini di alta qualità da schizzi a mano libera approssimativi o addirittura incompleti".

Non è la prima volta che vediamo una tecnologia del genere, ma è sicuramente la più avanzata fino ad oggi e non richiede lo stesso livello di dettaglio negli schizzi di origine come le precedenti iterazioni. Funziona in gran parte con la probabilità - invece di richiedere forme dettagliate delle palpebre o delle labbra, ad esempio, il software fa riferimento a un database di volti e componenti facciali e ne associa le caratteristiche sostanziali con quelle approssimative del disegno. Occhi, naso, bocca, forma del viso e tipo di capelli sono considerati separatamente e quindi assemblati in un'unica immagine.

Come spiega il documento, "Le recenti tecniche di traduzione Deep consentono di generare rapidamente immagini di volti da schizzi a mano libera. Tuttavia, le soluzioni esistenti tendono a sovrautilizzare gli schizzi, richiedendo quindi input professionali o persino mappe dei bordi. Per risolvere questo problema, la nostra idea è quella di modellare in modo implicito le forme dei volti plausibili e sintetizzare un'immagine approssimativa ma verosimile. Il nostro metodo utilizza essenzialmente gli schizzi input come vincoli leggeri ed è quindi in grado di produrre immagini di volti di alta qualità anche da schizzi approssimativi e / o incompleti."

Non è chiaro come il software gestirà le diverse razze. Dei 17.000 schizzi e le loro foto corrispondenti create finora, la maggior parte sono stati volti bianchi o al più sudamericani. Questo potrebbe essere il risultato dei dati di origine (la distorsione è un problema in corso nel mondo dell'intelligenza artificiale) o fino alla complessità delle forme del viso: i ricercatori non forniscono ulteriori dettagli in merito.

In ogni caso, la tecnologia dovrebbe essere esposta alla conferenza SIGGRAPH di quest'anno in programma a luglio. Secondo il sito web del progetto, il codice per il software è "in arrivo", il che suggerisce che potremmo vedere la sua applicazione nei prossimi mesi - non solo come un'app divertente con cui giocare, ma anche potenzialmente per le forze dell'ordine, aiutando generare rapidamente immagini di sospetti dagli identikit.

Fonte: engadget.com
Condividi
Ebook
Sicurezza in Rete: cosa c' da sapere
Scarica subito l'eBook gratuito e scopri cosa bisogna assolutamente sapere per proteggere i propri dispositivi e i propri dati quando si utilizza la Rete
scarica l'ebook
ChiudiChiudi Questo sito usa cookies di profilazione, propri e di terzi, per adeguare la pubblicità alle tue preferenze.
Clicca qui per maggiori informazioni o per conoscere come negare il consenso. Se chiudi questo banner o accedi ad altri elementi della pagina acconsenti all'uso dei cookies.

Iscriviti alla
newsletter del
Digital Magazine di
Fastweb

Riceverai ogni settimana le notizie più interessanti sul mondo della tecnologia!
Iscriviti

Grazie per esserti iscritto!

Abbiamo inviato una mail all'indirizzo che hai indicato: per completare l'iscrizione alla newsletter del Digital Magazine di FASTWEB clicca sul link all'interno della mail