pc studente

Le caratteristiche di un PC portatile per studenti

Il computer diventato un dispositivo fondamentale per gli studenti: ecco le caratteristiche fondamentali che deve avere
Le caratteristiche di un PC portatile per studenti FASTWEB S.p.A.

Con il ritorno sui banchi degli studenti molti genitori si trovano di fronte alle pressanti richieste da parte dei figli, che chiedono l'acquisto di un laptop per studiare. Ma se un tempo lo studio era quasi una scusa e il computer alla fine serviva per i videogame, oggi non è più così: non solo è ormai impensabile non avere un computer per consultare Internet quando si deve fare una ricerca per i compiti scolastici, ma molto materiale didattico è oggi in formato multimediale e va visionato su PC. E, ultimamente, c'è anche di più: la Didattica a Distanza (DaD) è entrata a far parte della vita quotidiana degli studenti italiani. E per fare DaD in modo serio uno smartphone o un tablet non bastano.

Ma, siamo onesti: chi compra un laptop per studiare ai propri figli sa benissimo che il computer verrà usato anche per lo svago. Videogiochi, social e Internet saranno usati anche tramite quel computer dai ragazzi e questo, non scordiamolo mai, impone anche l'acquisto di un'ottima suite di sicurezza informatica. Per quanto riguarda le caratteristiche tecniche del laptop per il back to school, invece, ci sono diverse cose da valutare. Ecco alcune dritte per non sbagliare l'acquisto.

Laptop per studenti: quale dimensione?

computer studente

La prima domanda da farsi è quale dimensione debba avere lo schermo di un laptop per studenti. La risposta dipende dal tipo di utilizzo che si farà del computer: prettamente in mobilità o soprattutto a casa. Difficilmente un computer per studenti verrà usato molto in treno, in auto o in viaggio e, realisticamente, starà la maggior parte del tempo dentro casa. Fuori casa i ragazzi portano con sé lo smartphone, non il laptop. A meno che non portino il PC a casa di un compagno di classe, per studiare insieme (ma il discorso non cambia).

Per tutelare la vista dei ragazzi, quindi, è forse meglio non scendere sotto i 15 pollici di diagonale dello schermo. Fortunatamente oggi esistono anche computer molto sottili e leggeri di queste dimensioni e anche ultraportatili da 14-15 pollici il cui costo, però, è abbastanza elevato. Di contro, però, si tratta quasi sempre di laptop con ottime caratteristiche tecniche e che potranno essere sfruttati dagli studenti per diversi anni.

Laptop per studenti: che tipo di schermo scegliere

schermo pc

Alla dimensione dello schermo è legata la scelta della risoluzione e della tecnologia del display. Sul mercato si trovano schermi di diversi tipi, con risoluzioni che vanno dall'HD Ready (1280x720 pixel) al 4K (3840x2160 pixel). Probabilmente la prima è poco, la seconda è troppo: 1280x720 pixel sono oggi insufficienti per lavorare con molte finestre aperte e per guardare video in streaming con una buona qualità, mentre 3840x2160 pixel sono eccessivi su uno schermo da 13, 15 o persino 17 pollici. Una risoluzione del genere su un portatile serve solo ai professionisti della grafica digitale. La risoluzione ideale per un laptop da studente, quindi, è il Full HD: 1920x1080 pixel.

Per quanto riguarda la tecnologia dello schermo, invece, c'è da scegliere tra LCD (meglio se IPS) e OLED. Per la maggior parte degli usi il display OLED è superiore, ma si trovano sul mercato anche ottimi LCD che possono essere presi in considerazione. Uno schermo OLED, però, di solito fa salire il prezzo del laptop. Discutibile, per un uso prettamente scolastico, l'utilità di uno schermo touch: è bene che gli studenti si abituino ad usare anche le interfacce tradizionali, continuando a usare il dito solo su smartphone e tablet.

Laptop per studenti: come scegliere CPU e RAM

Per le ricerche su Internet e la didattica a distanza non servono grandi potenze di calcolo. Per i videogiochi sì. Sta al genitore scegliere, anche in base al budget disponibile, quanta potenza offrire al figlio studente. In ogni caso, per un buon laptop per la scuola 2020, sarebbe il caso di scegliere modelli con processori di ultima generazione: o gli Intel Core di decima generazione o gli AMD Ryzen della serie 4000. Come sempre, quando si parla di processori, il miglior rapporto prezzo/prestazioni si ottiene comprando il modello base dell'ultima generazione.

pc studenti

Per quanto riguarda la RAM, invece, oggi il taglio base è 8 GB. Il consiglio, però, è di scegliere sin da subito l'upgrade a 16 GB: la RAM non costa molto, ma fa una bella differenza nelle prestazioni del laptop. Nell'uso quotidiano, infatti, è più veloce un laptop con processore un po' meno potente ma con più RAM piuttosto che il contrario.

Laptop per studenti: come scegliere la scheda video

Per la scheda video vale lo stesso discorso fatto per la coppia CPU-RAM: per studiare non serve il prodotto top di gamma, per i videogiochi sì. Nella pratica, però, la scelta è diversa: GPU integrata nella CPU o sezione video separata? Ed è una scelta che va fatta subito, perché a differenza che un desktop su un computer portatile non è possibile aggiungere o cambiare la scheda video in un secondo momento.

La buona notizia è che la sezione video integrata nelle CPU di ultima generazione è più che sufficiente per vedere video e fare lezioni da remoto. Lo studente sentirà la mancanza di un chip grafico dedicato solo quando avrà finito i compiti.

Laptop per studenti: come scegliere il disco

Lo spazio di archiviazione di un laptop 2020 mediamente parte da 256 GB con tecnologia SSD. I prodotti più economici offrono invece molto più spazio, ma con la vecchia e lenta tecnologia a piattelli magnetici. Probabilmente la scelta migliore è una via di mezzo: l'SSD da 512 GB. Si tratta di un taglio di solito sufficiente per archiviare dati per diversi anni consecutivi ma, in ogni caso, si fa sempre in tempo a comprare un disco esterno dove archiviare i file meno utilizzati per liberare spazio prezioso sul laptop.

Per quanto riguarda l'eventuale disco ottico, invece, si tratta di un accessorio ormai in via di estinzione: sia le app che i contenuti multimediali vengono oggi distribuiti tramite Internet e, per di più, togliere il lettore ottico permette al costruttore di risparmiare sui costi di produzione e di offrire prodotti più sottili e leggeri.

copyright CULTUR-E
Condividi
Ebook
Sicurezza in Rete: ne sai abbastanza?
Strumenti utili, suggerimenti pratici e tutto quello che devi assolutamente sapere per proteggere davvero i tuoi dispositivi e i tuoi dati personali quando sei connesso
scarica l'ebook
ChiudiChiudi Questo sito usa cookies di profilazione, propri e di terzi, per adeguare la pubblicità alle tue preferenze.
Clicca qui per maggiori informazioni o per conoscere come negare il consenso. Se chiudi questo banner o accedi ad altri elementi della pagina acconsenti all'uso dei cookies.

Iscriviti alla
newsletter del
Digital Magazine di
Fastweb

Riceverai ogni settimana le notizie più interessanti sul mondo della tecnologia!
Iscriviti

Grazie per esserti iscritto!

Abbiamo inviato una mail all'indirizzo che hai indicato: per completare l'iscrizione alla newsletter del Digital Magazine di FASTWEB clicca sul link all'interno della mail